Upcycle | 21 giugno – Free Riders? “Libertà”, regole e tutele
Upcycle Milano Bike Café di Milano è il primo bike bistrot d'Italia
upcycle, bike café, bistrot, bike, upcycling, bar, ristorante, milano, restaurant, bici, bicicletta
4523
post-template-default,single,single-post,postid-4523,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Free Riders? “Libertà”, regole e tutele

Le recenti mobilitazioni e la conseguente attenzione politica e mediatica potrebbero creare le condizioni per migliorare i diritti e le tutele dei lavoratori delle piattaforme. Tra iniziative di auto regolamentazione, accordi territoriali e proposte di legislazione nazionale, emergono progressivamente questioni chiave su cui lavorare. Per estendere i diritti è, però, necessario identificare le priorità di azione e i percorsi più adatti per costruire maggiori capacità di interlocuzione.

Con la partecipazione di: Cristina Tajani (Comune di Milano), Marco Lombardo (Comune di Bologna), Fiorella Imprenti (Innovare per Includere), Matteo Bartolomeo (Avanzi), Antonio Aloisi (Università Bocconi), Mirko Altimari (Università Cattolica), Federico Martelloni (Università di Bologna), Ivana Pais (Università Cattolica), Luca Stanzione (Filt CGIL), Giuseppe Pepe (Giovani Democratici Milano), Eleonora Voltolina (Repubblica degli Stagisti), Roberto Peia (Upcycle Bike Cafè), Samuele Bozzoni (Confcooperative), Angelo Avelli (Deliverance), Mattia Granata (Fondazione Ivano Barberini), Marco Mazzei (Milano Bicycle Coalition)

Modera la conversazione: Francesco Cancellato (Linkiesta)

Per partecipare, è necessario registrarsi su Eventbrite > https://bit.ly/2sFpnwe